EFG

Direktlink:
Inhalt; Accesskey: 2 |Hauptnavigation; Accesskey: 3 |Servicenavigation; Accesskey: 4

Zugehörige Namen

Keine Treffer

Zugehörige Titel

Keine Treffer

 

Dio segnò i confini d’Italia

  • Weitere Titel: God set down the borders of Italy
  • Genre: Documentary
  • Land: IT
  • Dauer: 00:26:22
  • Beschreibung:
    War documentary produced by the Sezione Cinematografica del Regio Esercito [Royal Italian Army Film Department]. The film was very probably subjected to cuts and re-editing over the years, as the non progressive numbering of the intertitles attests. The film starts with images of a map of Europe on fire and proceeds to show Italian Army equipment: heavy artillery, a flying airship (with footage shot from its cabin). Infantry soldiers are stationed at Lenzi on the Piave river in anticipation of battle, an airforce plane takes off and flies over the town (with spectacular takes from the cabin). The clash with the Austrians is being prepared, orders are communicated over the telephone and telegraph lines, artillery starts its targeting, the plain is on fire. The footage shows trenches taken from the Austrians at the “Ansa di Lenzon” on the Piave, dilapidated houses in the zone occupied previously with patriotic slogans on listing walls, caved-in bridges, prisoners. There are takes of war scenes, infantry in action on the Montello hills and the fallen. For Christmas, the Duke of Aosta hands out gifts to the soldiers and awards medals to valour; among the recipients are his son, the Duke of the Puglie and some English officers. The images of Udine following liberation on 4 November 1918 depict ruin and devastation; however, on 5 November, in the course of a public ceremony, the city authorities free two pigeons to send news of the liberation to the troops fighting in the mountains. Street scenes show people in the roads of Udine and Cividale and images of the devastation brought about by the Austrians during their occupation. The film ends with a review of the Italian troops on the part of Italian and Belgian royalty. The video is a copy from the film print held by the Museum: 35mm, positive, acetate, 541 m, black and white, Italian intertitles, silent.

    Documentario di guerra prodotto dalla Sezione Cinematografica del Regio Esercito Italiano. Con ogni probabilità il film ha subito tagli e rimontaggi nel corso degli anni, come attesta la numerazione non progressiva delle didascalie. La copia inizia con le immagini di una cartina dell’Europa in fiamme e procede mostrando le dotazioni dell’Esercito Italiano: artiglieria pesante, un dirigibile in volo (con riprese effettuate dalla cabina). I soldati di fanteria a Lenzi sul Piave sostano in attesa della battaglia, un aereo dell’aviazione decolla e sorvola le città (spettacolari le riprese dalla cabina). Si prepara lo scontro con gli austriaci, gli ordini vengono comunicati tramite la rete telefonica e telegrafica, le artiglierie iniziano a colpire, la pianura è in fiamme. Le riprese mostrano le trincee tolte agli austriaci nella “Ansa di Lenzon” sul Piave, case diroccate nella zona precedentemente occupata con scritte patriottiche sui muri pericolanti, ponti crollati, prigionieri. Vengono riprese scene di guerra, fanti in azione sul Montello e caduti. Sotto Natale, il Duca D’Aosta distribuisce doni ai soldati e assegna medaglie al valore; tra i premiati ci sono suo figlio, Duca delle Puglie e alcuni ufficiali inglesi. Le immagini di Udine dopo la liberazione il 4 Novembre 1918 riprendono rovina e devastazione; il 5 Novembre, tuttavia, durante una cerimonia pubblica le autorità della città liberano due colombi per recare alle truppe che combattono in montagna la notizia della liberazione. Scene di strada mostrano la gente nelle strade di Udine e di Cividale e le immagini delle devastazioni operate dagli austriaci durante l’occupazione. Il film si chiude con una rivista delle truppe d’Italia da parte dei reali italiani e belgi. Il video è un riversamento dalla copia in pellicola conservata dal Museo: 35mm, positivo, triacetato, 541 m, bianco e nero, didascalie italiane, muto.

  • Schlagwörter: EFG1914
    World War I
    EFG; Museo Nazionale del Cinema; National Cinema Museum; First World War; Italian front; Army; Documentary; Silent cinema
    World War, 1914-1918
  • Sammlung: Museo Nazionale del Cinema Film Collection
  • Provenienz: Museo Nazionale del Cinema / National Cinema Museum, Turin
  • Archive: Museo Nazionale del Cinema
  • Produktionsfirma:Sezione Cinematografica del Regio Esercito Italiano [Royal Italian Army Film Department]
  • Farbe: Black & White
  • Ton: Without sound
  • Sprache: it